FUTURISMO

Come prevedere il futuro (i) e creare società ed organizzazioni resilienti ed efficaci

Un'intervista con il futurista Jeremy Pesner

Foto di Johannes Plenio su Unsplash

Jeremy Pesner è un tecnologo multidisciplinare, analista politico e attuale dottorando in tecnologia e politiche pubbliche. Si concentra sulla politica di Internet e ICT, sulla politica dell'innovazione e sulla previsione tecnologica. Puoi leggere di più su di lui e contattarlo sul suo sito web. Carbon Radio ha incontrato Jeremy, quasi 3 anni dopo il suo discorso TEDx sul futurismo, per saperne di più sul campo e su come si sono sviluppate le sue intuizioni.

1. Che cos'è il futurismo?

Come molti campi ampi e interdisciplinari, non esiste un'unica definizione chiara e concisa universalmente accettata. Per cercare di dare una spiegazione concisa, il futurismo è la pratica di contemplare, esplorare, discutere e suggerire cosa accadrà in futuro. Ma quella da sola non è una risposta completa. Ciò che è probabilmente più importante di qualsiasi particolare metodo o pratica futuristica è la mentalità che un futurista adotta; questo è ciò che distingue un futurista da una persona media che sta pensando al futuro. Diversi futuristi hanno descritto la loro opinione su questa mentalità, da Andrew Hines & Peter Bishop a Paul Saffo a Cecily Sommers, ma in generale, implica pensare in un modo non lineare, ampio e interdisciplinare che guarda non solo al futuro ma a come un determinato evento o modello potrebbe adattarsi al quadro più ampio della storia. Questo può non sembrare difficile, ma ci vuole molta pratica per adottare veramente questa mentalità, specialmente in un campo in cui non hai esperienza. Ciò consente una concezione di eventi futuri che non dipende dal nostro stato attuale ma invece può spostarsi in diverse direzioni a seconda delle tendenze e degli eventi di alto livello.

2. È davvero possibile prevedere il futuro?

È importante distinguere tra "futurismo" e "previsione". Il primo esplora la gamma di possibili futuri che possono emergere, di solito a un livello abbastanza elevato, mentre il secondo si concentra sul tentativo di anticipare sviluppi e tempi specifici in determinati domini in base a tendenze e dati (ad esempio previsioni tecnologiche). Come ogni cosa in questo campo, non ci sono linee luminose tra loro e alcuni praticanti meno esigenti useranno i termini in modo intercambiabile, ma la distinzione serve a chiarire i diversi scopi che questo campo può servire. In questo contesto, la previsione si concentra di solito sul cambiamento di dettagli precisi di un particolare oggetto o forum (ad es. Quanti transistor si adatteranno su un microprocessore nel 2025?). Ciò è certamente utile per applicazioni mirate in cui i fattori e le limitazioni possono essere facilmente identificati, ma quando ci espandiamo da obiettivi ristretti e nelle domande più generali di come potrebbe essere il nostro mondo, la questione della previsione diventa molto meno ridotta e asciutto. Ad esempio, la World Future Society ha predetto che i terroristi potrebbero attaccare il World Trade Center, ma i dettagli dell'attacco stesso hanno ancora sorpreso il presidente dell'organizzazione. In questo contesto più ampio, il futurismo è più utile per comprendere gli ampi contorni di domani rispetto ai dettagli precisi di cosa, quando, dove e perché.

3. Perché il futurismo è un campo di studio utile?

Non c'è dubbio che dobbiamo prendere in considerazione il futuro a lungo termine quando prendiamo decisioni nel presente. Le prove sono schiaccianti che l'attività umana negli ultimi due secoli sta portando conseguenze oggi, e che ignorare il futuro a lungo termine oggi comporterà conseguenze significative. L'esempio più spesso citato è il cambiamento climatico, ma gli analisti di McKinsey hanno concluso che la mancanza di pensiero a lungo termine danneggia anche la redditività delle imprese. Non solo il nostro presente influenza direttamente lo stato futuro della nostra società e del nostro pianeta, ma molte persone guardano al futurismo per avere un certo senso di conforto e sicurezza sul futuro, anche se le previsioni particolari non vanno fuori. Chiaramente, il futurismo riempie un profondo bisogno e desiderio all'interno dell'umanità di guardare avanti e immaginare cosa sta arrivando. Ma poiché il futuro è intrinsecamente inconoscibile, il campo stesso del futurismo è utile per questo scopo perché offre un ampio margine di flessibilità nell'esplorarlo. La vasta gamma di metodologie sotto la sua tenda sono collegate nello scopo - esplorando e comprendendo il futuro - ma divergono selvaggiamente nella struttura e nell'esecuzione. Sia attraverso l'utilizzo di dati quantitativi concreti, la raccolta di opinioni di esperti o l'immaginazione di un futuro attraverso la narrazione, il campo ospita praticamente qualsiasi tipo di pratica orientata al futuro. Foresight Diamond di Rafael Popper lo dimostra bene:

Il lungimirante diamante di Rafael Popper

4. Che cos'è un evento cigno nero?

Il termine è stato coniato da Nicholas Nassim Taleb nel suo omonimo libro del 2007. I cigni neri sono eventi su larga scala che sono altamente improbabili, molto difficili da anticipare e cambiare il mondo come lo conosciamo. Questi eventi spesso causano un grande cambiamento nelle visioni del mondo: considera che fino alla scoperta dell'Australia, la gente credeva che tutti i cigni fossero bianchi e tutto ciò che serviva era un avvistamento di un cigno nero per annullare secoli di preconcetti. In quel contesto, gli eventi del cigno nero non sono semplicemente eventi che una persona media non avrebbe previsto: questi sono gli eventi che nessuno sembrava vedere arrivare, quel poco dei dati indicati e le cui cause sono generalmente chiare solo col senno di poi . Molti eventi storici importanti possono essere caratterizzati come eventi di cigno nero, perché le persone all'epoca probabilmente non li anticipavano, e anche quando li studiamo probabilmente non possediamo tutti i pezzi per capire perfettamente come è avvenuto l'evento. Taleb usa questo fenomeno per affermare che l'umanità ha fondamentalmente sopravvalutato ciò che può eventualmente conoscere e comprendere. Pertanto, piuttosto che cercare di prevedere meglio tali eventi, consiglia alle organizzazioni di diventare più robuste - in altre parole, più umili e aperte agli errori in qualsiasi tipo di previsione che fanno - in modo che possano riprendersi dagli eventi del cigno nero più rapidamente.

5. Perché l'esempio del tacchino è così avvincente?

L'esempio del tacchino ha tutte le qualità di una buona parabola: è breve, diretto e dimostra una chiara lezione. La storia inizialmente fu raccontata per dimostrare la logica fallacia del ragionamento induttivo: un contadino nutre il suo tacchino ogni giorno alla stessa ora, e presto si abitua allo schema, credendo presto che, poiché è stato nutrito il giorno precedente, sarà alimentato anche oggi. Poi un giorno, invece di dare da mangiare al tacchino, l'agricoltore lo uccide e lo serve per cena. Ovviamente, non era nell'interesse del tacchino aspettarsi quel giorno come tutti quelli precedenti, ma non aveva modo di aspettarsi un simile cambiamento. Questa nozione si traduce efficacemente nel contesto del cigno nero: le persone sono spesso così abituate al modo in cui le cose ogni giorno non riescono - o non possono - anticipare con che facilità le loro situazioni potrebbero improvvisamente e drammaticamente cambiare con poco o nessun preavviso. È anche importante notare che il concetto di cigno nero è relativo: ciò che era un cigno nero per il tacchino non era necessariamente per l'agricoltore. L'agricoltore aveva una serie di circostanze ed eventi che lo hanno portato a preparare quella cena in Turchia, e uccidere il tacchino per lui potrebbe essere stata una conseguenza chiara e logica. Esistono diversi argomenti su come applicare esattamente questo al futurismo, ma è chiaro che nessuno pianificherà con successo il futuro immaginandolo come un'estensione lineare e graduale del presente. Un grafico del benessere del tacchino lo mostra in modo molto viscerale:

L'esempio della Turchia

6. In che modo il futurismo e la scienza della complessità si completano a vicenda?

Questa è una domanda interessante In un certo senso, i due campi sono molto simili: entrambi sono stati sviluppati in parte attraverso la ricerca presso la RAND Corporation, entrambi sono nati da prospettive di sistemi non lineari, e sono entrambi campi interdisciplinari che consentono ampie interpretazioni e metodi diversi per intraprendere la ricerca . Ma ci sono anche differenze significative: il futurismo come campo si è evoluto in un contesto più professionale - ci sono solo due programmi accademici negli Stati Uniti focalizzati sul futurismo. I sistemi complessi, al contrario, si sono sviluppati in gran parte nel mondo accademico e, sebbene non siano un settore molto diffuso, ci sono accademici, dipartimenti e istituzioni in tutto il mondo (in particolare l'Istituto Santa Fe) che si concentrano sull'analisi dei social network, sulla modellazione basata su agenti e altri approccio di sistemi dinamici. (Vale la pena notare che Nassim Nicholas Taleb è co-docente presso il New England Complex Systems Institute.) La ricerca nel futurismo è anche più orientata all'argomento (un futurista può impiegare una serie di metodi diversi per esplorare un singolo argomento, come il futuro della biotecnologia) mentre quello dei sistemi complessi è più guidato dai metodi (i ricercatori di sistemi complessi spesso costruiscono tipi simili di modelli per studiare un'ampia varietà di fenomeni). A causa di tutto ciò, i due non vengono spesso utilizzati in tandem, anche se non vi è alcun motivo per cui non potrebbero esserlo. È più probabile che il futurismo dia un senso di possibili futuri nel contesto dell'esperienza vissuta, mentre modelli di sistemi complessi possono fornire una visione delle strutture e delle relazioni sottostanti che danno origine a tali futuri.

7. In che modo il campo degli studi futuri può migliorare i risultati relativi alla risposta alle catastrofi e alla resilienza costiera?

Gli studi sui futuri sono stati effettivamente applicati a questo problema per un po 'di tempo ormai. La Guardia Costiera degli Stati Uniti ha intrapreso uno scenario regolare e lo sviluppo di previsioni strategiche dal 1998, in un'iniziativa chiamata Progetto Evergreen. È considerato uno dei più forti programmi di previsione del governo e i suoi membri sono spesso presenti nella Federal Foresight Community of Interest (vedi domanda successiva). Poiché è un progetto in corso e non è stato concepito come un "aggiornamento strategico una tantum", i suoi risultati sono presi sul serio all'interno dell'organizzazione e combinati con altri fattori per influenzare la strategia in corso della Guardia Costiera. Questa pratica ha ispirato l'Agenzia federale di gestione delle emergenze a intraprendere le proprie iniziative strategiche e, sebbene non esplicitamente legate alle catastrofi, le Nazioni Unite hanno pubblicato un rapporto sull'utilizzo della lungimiranza per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Il Center for Homeland Defence and Security ha persino messo insieme un intero modulo educativo sull'argomento. All'interno del mondo accademico, c'è della letteratura sull'argomento, ma forse il miglior esempio è un numero speciale nella rivista accademica Technological Forecasting and Social Change pubblicata nel 2013. Puoi anche provare il processo per te stesso, se lo desideri.

8. Che aspetto ha l'ecosistema professionale delle organizzazioni futuriste in questo momento?

Esistono diverse organizzazioni nel campo degli studi sui futures, sebbene si siano sviluppate da contesti diversi e in modo frammentato. Il campo del futurismo è emerso inizialmente negli anni '40 nel contesto dell'anticipazione degli eventi geopolitici all'inizio della guerra fredda. La prima ricerca sull'argomento è stata condotta presso la RAND Corporation, nata dal lavoro di Herman Kahn sulla teoria dei giochi e l'analisi dei sistemi. La World Future Society è stata fondata nello stesso periodo come un modo per riunire le persone che stavano pensando al futuro. Questa organizzazione si è evoluta in modo significativo negli ultimi anni e ha compiuto uno sforzo consapevole per incoraggiare aggiunte più giovani e diversificate alla sua comunità di appartenenza. Ci sono anche organizzazioni futuriste che si sono sviluppate per scopi più specializzati. La World Future Studies Federation è nata da iniziative simili in Europa ed è più legata a organi di governo come l'UNESCO e le Nazioni Unite. La Federal Foresight Community of Interest è un gruppo di dipendenti del governo degli Stati Uniti e delle organizzazioni adiacenti che sono interessati a utilizzare la previsione per aiutare a migliorare il processo decisionale del governo. L'Associazione dei futuristi professionisti è un'organizzazione specifica per coloro che si guadagnano da vivere come futuristi. Dipendenti di organizzazioni di consulenza futuriste come Toffler Associates (fondata dal famoso futurista Alvin Toffler), Kedge e Forum for the Future sono spesso coinvolti in questa comunità.

Come raccontiamo il collega futurista Travis Kupp, non è sempre facile per chi è nuovo sul campo entrare semplicemente in uno di questi gruppi e sapere immediatamente cosa sta succedendo. Personalmente sono diventato gradualmente più coinvolto con la World Future Society per un periodo di anni, e questo è stato solo dopo che avevo già preso una lezione in materia. Una comunità Meetup chiamata Speculative Futures, e la risultante iniziativa no profit Design Futures e conferenza PRIMER, sono emerse da organizzatori di base in varie città negli ultimi anni. È stato in gran parte incentrato sui progettisti e incoraggia i partecipanti a realizzare "manufatti futuri" (concezioni di come potrebbero apparire particolari oggetti in futuro e come potrebbero funzionare), piuttosto che discutere solo idee e concetti teorici. Ma la comunità è aperta a idee e prospettive diverse - questo si è chiaramente riflesso nel tema della conferenza PRIMER 2019: Futures for All. Quel motto è adatto a tutto il campo, in quanto chiunque voglia saperne di più sul campo e trovare il proprio posto in esso alla fine sarà in grado di farlo, sia attraverso una delle sue numerose comunità o anche attraverso la propria esplorazione individuale. L'aspetto positivo di un campo così ampiamente definito come questo è che è facile per le persone tracciare il proprio percorso al suo interno.

9. Qual è il futuro del futurismo?

Questa domanda viene posta molto, anche se la mia risposta potrebbe essere meno eccitante di quanto alcuni sperano. Ironia della sorte, quando esaminiamo come il campo si è evoluto oggi, non si è davvero allontanato molto dalle sue origini. Molti degli stessi metodi che sono stati creati quando il campo è stato sviluppato per la prima volta, come la pianificazione degli scenari e il polling delphi, sono ancora usati oggi nello stesso modo in cui erano allora. Penso che ci siano un paio di ragioni per questo: in primo luogo, il processo attraverso il quale possiamo immaginare un futuro ampio può solo diventare così specifico. Mentre i singoli professionisti possono avere la propria opinione su come applicare questi metodi, non esiste un modo chiaro e obiettivo per far evolvere la pratica. Ma credo che un'altra ragione sia dovuta a ciò che ho menzionato nella domanda precedente: il campo è stato tradizionalmente insulare e non è stato reclutato attivamente per far crescere la sua comunità, quindi era in gran parte composto da uomini bianchi più anziani. Quando mi sono reso conto per la prima volta della World Future Society nel 2012, ho trovato un po 'preoccupante che il suo sito web non fosse stato aggiornato dagli anni '90. I recenti leader dell'organizzazione hanno compiuto sforzi attivi per portare una base più ampia nel gruppo, quindi spero che tra questa crescente diversità di WFS e la maggiore diversità di gruppi che ho citato nella domanda precedente, i prossimi 50 anni di futurismo non lo faranno essere come gli ultimi 50.

Una previsione di cui sono abbastanza fiducioso è che l'apprendimento automatico e le tecniche correlate avranno un ruolo molto più centrale nella previsione. Ho lavorato su alcune previsioni tecnologiche presso il Georgia Institute of Technology, che si basa su set di dati di pubblicazioni accademiche su vari argomenti di ricerca scientifica e tecnologica. Le implicazioni di questo tipo di analisi sono piuttosto a breve termine, nel periodo di 3-5 anni, ma è del tutto possibile che questi modelli basati sui dati potrebbero portare a modelli più generalizzati - come modelli complessi basati su agenti - che potrebbero essere usato per anticipare il lungo termine.

10. In che modo il futurismo può aiutare la società?

Ho discusso della grande importanza del pensiero a lungo termine per la nostra società nella domanda n. 3, quindi fornirò una risposta più mirata qui. Dwight Eisenhower una volta si riferì a un presidente del college che disse: “Ho due tipi di problemi, l'urgente e l'importante. Gli urgenti non sono importanti e gli importanti non sono mai urgenti. " Stephen Covey, A. Roger Merrill e Rebecca R. Merrill hanno reso operativa questa dicotomia nel loro libro del 1994 First Things First con Eisenhower Matrix, che identifica le azioni appropriate da intraprendere per diversi tipi di compiti:

La matrice Eisenhower

Sebbene questo libro sia stato scritto per guidare le persone nella gestione della propria vita personale e professionale, la struttura è molto applicabile a come e perché pratichiamo il pensiero futuro su larga scala. Il futuro a lungo termine è decisamente importante, ma poiché è lontano dalle nostre preoccupazioni immediate, non è urgente e quindi appartiene al quadrante n. 2, che gli autori chiamano il "quadrante di qualità". Sfortunatamente, è proprio questa classe di compiti che è molto probabile che trascuriamo. Dedichiamo molto tempo alle attività che riteniamo urgenti, siano esse importanti o meno. Questo non è solo perché i compiti sembrano così immediati, ma a causa della scarica di adrenalina e di euforia che sentiamo spesso quando ci lavoriamo - gli autori chiamano questa "dipendenza da urgenza". Tuttavia, questo di solito significa che compiti importanti a lungo termine non vengono affrontati a meno che e fino a quando non diventano urgenti.

Vi sono alcuni compiti urgenti e importanti, e pertanto il quadrante n. 1 richiede una solida fetta di attenzione. Tuttavia, coloro che operano con una "mentalità d'urgenza" scenderanno nel quadrante n. 3 quando i compiti nel quadrante n. 1 diminuiranno, mentre quelli che operano con una "mentalità importante" passeranno al quadrante n. 2, che offre loro più tempo per anticipare e strutturare piani che in definitiva alleggeriranno le attività del quadrante n. 1. Questi concetti possono essere applicati in modo efficace a qualsiasi problema o livello della società e, in quasi tutti i casi, trascorrere del tempo nel quadrante n. 2 porterà a società e organizzazioni più resilienti, equilibrate ed efficaci.